Abbiamo molto da imparare dal futuro. Sì volevo scrivere proprio così: dal futuro!
Vi consiglio di ascoltare le parole di due giovani studentesse, Emma Gaglio e Lisa Cappelli, su lavoro ben fatto, etica, competizione tossica, lavoro (retribuito) che è diverso dal volontariato e tanti altri argomenti a cui gli “adulti” farebbero bene a dare una spolverata.

Il 21 Aprile alle 18.30 ho intervistato in diretta Emma, Lisa e il loro professore di italiano e storia, Tiziano Arrigoni, cogliendo come spunto l’iniziativa della Notte del Lavoro Narrato di quest’anno, punto di partenza per ragionare di lavoro visto dalla prospettiva scolastica.

Ero molto curiosa di ascoltare le visioni di due giovani donne che dalla scuola si affacciano a quel che le attende fuori. E le loro parole sono riuscite ad andare ben oltre le mie più rosee aspettative! Ascoltarle è stata una fortuna e un regalo per me.

Abbiamo sviscerato il tema del lavoro sotto diverse prospettive temporali e generazionali.
Ho chiesto a Emma e Lisa che esperienze hanno avuto nel mondo del lavoro, cosa sognano per il proprio futuro, come vedono il lavoro e quanto vicino lo percepiscono nella propria esperienza di vita, cosa vuol dire per loro lavorare bene, quali sono i valori principali da portare nel lavoro, quali esempi hanno potuto osservare.
Ho trovato molto di me stessa nelle loro parole, mi sono riconosciuta, ho ricordato la me giovanissima che attendeva di diventare grande e che cominciava a delineare sogni e obiettivi.

Per tutti noi è fondamentale ascoltare queste giovani menti, perché chi ci osserva oggi sarà il futuro e dalle loro visioni possiamo immaginare e sperare che la nostra società cambi in meglio.

Per me è stato emozionante potermi confrontare con Emma e Lisa, perché sono due persone piene di belle prospettive e di passioni che spero la società saprà trattare con cura e rispetto.
Abbiamo grande bisogno di ascoltare il futuro, perché in realtà è anche il nostro presente e perché dovremmo imparare dalle parole dei più giovani.

Al termine della diretta Tiziano Arrigoni ha scritto:

“Posso dire che mi sono emozionato? Due mie ragazze di quinta liceo hanno partecipato con me (ma hanno parlato loro) ad un dibattito online per l’iniziativa nazionale per la Notte del lavoro narrato.
Un dibattito alla pari. Eppure quante futuro nelle parole di queste due giovani donne di 19 anni, quanta forza. Contro i cervelli muffiti che vorrebbero che l’Italia fosse un paese senza futuro, che ha paura dei suoi ragazzi. E soprattutto che non sa più dare loro opportunità, non assistenza od elemosina , opportunità di crescita. Ecco ,io che sono abituato a buttare il sasso e vedere dove rotola, a dialogare in continuazione , ho imparato da loro anche questa sera, ho superato il muro del silenzio, più che con molti assennati e assonnati docenti pronti a pontificare sul proprio io e mai sul noi. Grazie Emma e Lisa.”

Ecco l’intervista


Trovate il video dell’intervista anche sulla pagina Facebook Frasivolanti blog.

Grazie a Tiziano Arrigoni, Emma Gaglio e Lisa Cappelli per questa intervista!

Grazie a chi lavora nella scuola, grazie agli studenti e a quello che saranno nel futuro. Dipende tutto da loro, ma dipende tutto anche dalla nostra capacità di dar loro gli spazi e il tempo per coltivare quel che sono e per dar vita a una società migliore di quella che hanno ereditato.

Come ha ricordato Vincenzo Moretti al termine dell’intervista, è necessario che ai giovani venga dato lo spazio e l’opportunità per lavorare e fare ciò che gli piace, per coltivare il proprio essere, affinché abbiano gli strumenti adeguati a costruirsi e a costruire. L’eredità che trovano oggi non fa per niente onore a chi è venuto prima: dobbiamo lavorare affinché invece loro possano essere artefici di un destino migliore.

Qui sotto l’intervista completa in versione solo audio

Laura Ressa


frasivolanti di frasivolanti.wordpress.com/ è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.


Copertina: locandina dell’intervista

Scritto da:

Laura Ressa

Classe 1986 🌻 Marketing Specialist 🌻 Narratrice artigiana su Frasivolanti e nella Piccola Scuola Crea Racconta Ricrea